Apparati Centrali Meccanici

Spazio dedicato agli impianti IS (scambi, segnali, apparati, sistemi di blocco e di telecomando)

Messaggioda fas » 21/03/2014, 20:17

Se siete d'accordo, raggruppo questi ultimi messaggi in una nuova discussione (proponete voi il titolo). ;)
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1970
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Messaggioda Macaco » 21/03/2014, 20:22

" Pruriti...tecno-regolamentari" :lol: :mrgreen: :twisted:
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1354
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia

Messaggioda ste.klausen21 » 21/03/2014, 20:30

freelancer ha scritto:
Macaco ha scritto:- Quando si dice che un ente occupa un segnale in modo temporaneo e quando in modo permanente?
- Un pedale può occupare un segnale ?
- Se sì, lo occupa im modo temporaneo o permanente ?

Su queste posso dare solo risposte pesantemente approssimate ...


Posso provare a rispondere io ?
Sperando di non finire dietro la lavagna in ginocchio sui ceci ...

1. Un evento causa il ritorno a via impedita del segnale.
Se la cessazione dell' evento riporta a via libera il segnale, l' occupazione è temporanea.
Se la cessazione dell' evento non riporta il segnale a via libera, l' occupazione è permanente.
Esempio : una sezione di blocco automatico, occupata, porta a via impedita il segnale. Ma quando la sezione si libera, il segnale torna a via libera (spero di non aver beccato proprio un caso che costituisce un' eccezione).

2. Un pedale può occupare un segnale solo se il rispettivo circuito di binario è parimenti occupato. Serve per evitare che il pedale crei false occupazioni.
In caso di falsa occupazione del segnale, il treno vedrebbe i segnali disporsi a via impedita. Per rimetterli a via libera, sarebbe necessario spiombare.

3. Se un pedale partecipa all' occupazione di un segnale, questa è permanente.
C' è una logica in questo. Un pedale non può fornire l' informazione di presenza di rotabili, ma solo l' informazione di transito in corso.
Per questo motivo i pedali sono dotati di relè in autoeccitazione.
E c' è un altro sistema per diseccitare il relè del pedale.

... sì, va bene, vado dietro la lavagna...

Ma ... permettetemi, prima, di ridere di gusto.

Macaco ha scritto:Paolo, che significa segnale principale ? Ferroviariamente, mi sembra di essere ancora in Italia. O no ???

Segnale principale, in tedesco Hauptsignale ... per tedeschi ed austriaci è simile al nostro segnale di prima categoria.
Freelancer, non ce l' ho con tè. E' che la battuta di Macaco mi ha fatto ridere.


Stefano Minghetti
ste.klausen21 Non connesso


 
Messaggi: 93
Iscritto il: 08/12/2013, 14:50
Località: Faenza

Messaggioda fas » 21/03/2014, 20:31

Don, dice sul serio? :D
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1970
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Messaggioda Macaco » 21/03/2014, 20:59

Su cosa Fas? Sui...pruriti...??? :lol: :twisted: :mrgreen:
Ai tempi che furono i miei ... pruriti...provocavano l'orticaria...agli altri. Alcuni istruttori "qualificati", sapendomi in aula come discente...marcavano visita.
Con altri, carissimi e rispettati amici, si stipulavano patti di ...non belligeranza. ;)
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1354
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia

Messaggioda freelancer » 22/03/2014, 20:40

Macaco ha scritto:" Pruriti...tecno-regolamentari" :lol: :mrgreen: :twisted:

Perchè no? :lol: :mrgreen: ;)

Macaco ha scritto: Ai tempi che furono i miei ... pruriti...provocavano l'orticaria...agli altri. Alcuni istruttori "qualificati", sapendomi in aula come discente...marcavano visita.

La cosa non mi giunge nuova. A me è capitato (peggio? meglio?) che ad essere poco preparati fossero dei docenti propriamente detti! Sì :shock: Lì però il problema principale era una preparazione "a compartimenti stagni": troppo specializzati su pochi argomenti perchè altri argomenti li trattavano altri colleghi.
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda freelancer » 26/03/2014, 15:45

Discussioni tecnico-regolamentari va bene? Lo apro io?
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda fas » 28/11/2014, 22:50

A proposito di apparati FCL, ecco la foto di una manovra da deviatoio appena restaurata (stazione di Palmi): http://www.ferrovieincalabria.it/images ... 050015.JPG
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1970
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Messaggioda ssb » 25/01/2020, 19:57

fas ha scritto:Grazie!! Gli darò subito un'occhiata

merlotrento ha scritto: non mi sembra infatti che tutti i deviatoi a doppio filo, anche sulla Sangritana, abbiano il macaco..

Non saprei, io li ricordo tutti con il macaco, appena ne ho la possibilità andrò a verificare.
Notavo inoltre che le manovre dei segnali sono a (semplice) filo, mentre PL e deviatoi sono manovrati mediante delle catene.

Ho ritrovato anche la foto dell'apparato di Matelica, di cui parlavo qualche messaggio addietro, è tratta da TT tema n.13

matelica.jpg


A proposito di questa foto di Matelica di cui parlavate giusto...SETTE anni fa :shock: :D (p.s. la foto la si vede andando qui viewtopic.php?p=2368#p2368 )

Il gestore dell’interessantissimo blog sugli “Stellwerk” austriaci ( http://stellwerke.blogspot.com/ in ted e ing) nel 1990 era sconfinato per un viaggio sulla Civitanova-Fabriano e ha da alcuni giorni riportato alcune impressioni del viaggio e degli apparati meccanici che lo hanno incuriosito parecchio...

Gli ultimi 3 post sono appunto dedicati agli apparati visti su questa linea e alla manovra a filo dei segnali. Magari qualche esperto del Bar sa rispondere alle sue domande? Eventualmente posso fare da tramite “linguistico”, ma se l’esperto è tedescofono tanto meglio!
ssb Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 181
Iscritto il: 09/12/2014, 18:49
Località: Svizzera

Messaggioda fas » 26/01/2020, 19:36

Non conoscevo questo blog e sembra molto interessante, grazie per la segnalazione!
Ora lo leggo con calma e vedo se riesco ad essere d'aiuto.
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1970
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Messaggioda merlotrento » 20/05/2020, 21:41

Riordinando le mie carte ho ritrovato questo ordine interno di stazione n 2 1957 di Colle Isarco/Gossensass....
20200518_094522.jpg


si capisce allora il perchè dei deviatoi manovrati a doppio filo ma muniti di cassetta manuale anche se priva di contrappeso
doppio filo ex au001.jpg
(qui Brunico/Bruneck anni 80 in Pusteria/Pustertal) anche se resto perplesso perchè l'istruzione del doppio filo recita
doppio filo ex au slacciamento deviatoio.png
(nessuna variazione in ristampa 1954 o ISD 1955)
merlotrento Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 214
Iscritto il: 02/01/2012, 17:15

Messaggioda fas » 22/05/2020, 21:48

Quindi, in caso di avaria alla trasmissione a doppio filo, il deviatoio veniva manovrato con la cassetta di manovra e poi assicurato mediante fermascambio a vite?
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1970
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Precedente

Torna a Impianti di sicurezza (Apparati e segnali)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron