Tram di Opicina

Messaggioda freelancer » 16/08/2016, 12:26

Quando mi vien da dire che manca professionalità in tutto non pensavo a tanto: stamattina due tram (404 e 405, da quanto pare) si sono scontrati circa dove nel 2000 si erano scontrate la 402 e la 407 :shock: e probabilmente il motivo è lo stesso: uno dei due non ha rispettato l'incrocio :shock: :shock: .
Qualcuno parla di "errore di comunicazione" (questo hanno detto al GRR) ma in ogni caso in quel punto ci si aspetta reciprocamente, succedeva da mezzo secolo e per l'incidente di 16 anni fa uno dei conducenti ha ammesso di non aver rispettato le regole.
Non penso che in questo periodo ci fosse una quarta vettura in linea (tipo istruzione del personale).
Con un amico vado a vedere stasera il posto. Se è lo stesso o suppergiù (ossia la dinamica è stata la stessa di 16 anni fa)... beh, le parolacce le si sentirà fino in Sicilia!
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1246
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 16/08/2016, 22:54

E con solo tre vetture in linea hanno fatto il botto? Mah
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1849
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda E 44 » 17/08/2016, 8:10

La dinamica esatta è stata questa.
E' stata inviata in linea una quarta vettura per delle prove guidata da un meccanico. Quando in linea c'è una vettura in più via radio si avvisano i conducenti. Bisogna però che questi confermino di aver ricevuto l'avviso. Inoltre, per logica, la vettura in più che parte da Opicina a seguito di quella discendente, sapendo che quella fa l'incrocio a Conconello con la vettura ascendente, rimane al raddoppio di Banne ad aspettare. Nel caso non aspetti è tassativamente previsto che può avanzare soltanto se il conducente del tram ascendente conferma che ha capito che la vettura in più sta attaccata a quella in orario. NON E' AVVENUTO NULLA DI TUTTO QUESTO. Il meccanico che guidava la vettura in prova non ha seguito le procedure e se ne è andato sempre a seguito della vettura in orario. Il conducente della vettura ascendente non aveva ricevuto messaggi, e quindi non sapeva del tram in più. Fatto l'incrocio d'orario è ripartito considerando la linea sgombera. In quel punto c'è una brutta curva e quindi il botto è stato inevitabile per mancanza di visibilità.
Dopo l'incidente del 2000 venne montato a Conconello un segnale luminoso per rammentare l'incrocio. Ma questo segnale si libera come il tram discendente tocca un pedale, l'impianto non prevede una vettura in più.
Adesso la situazione è drammatica. In giugno ci sono state le elezioni. Il nuovo sindaco, Roberto Di Piazza, già sindaco tempo fa, ha una mentalità commerciale, per lui il tram è inutile e costoso. Inoltre ha una mentalità infantile, gli piace disfare quello che ha fatto il sindaco precedente. Poichè questo aveva fatto fare molti lavori di ammodernamento, subito ha detto che si sono buttati via soldi. Quale regalo inaspettato del cielo per chiudere bottega e magari vendere la sede per fare nuove villette?
C'è seriamente da pensare che questo incidente dovuto all'idiozia e alla leggerezza di qualcuno provocherà la fine del tram di Opicina.
Paolo
E 44 Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 04/01/2012, 17:48

Messaggioda E 44 » 17/08/2016, 12:23

La situazione attualmente delle sei vetture è questa:
la 407 è perfettamente efficiente ma è scaduta di revisione, quindi non può circolare. E per fare la revisione occorre un apposito bando di concorso che non è stato nemmeno ancora pensato.
La 401 era in riparazione ed è stata riparata (in 11 anni.......), manca ancora qualche ritocco e non è autorizzata a circolare.
Delle quattro rimanenti la 404 e 405 sono ora disastrate. Ne restano solo due atte a circolare.
Si potrebbe fare servizio anche con solo due, con l'unico incrocio in funicolare, ma occorrerebbe modificare gli orari in modo opportuno. Tutto si può fare, VOLENDO, il problema è se lo si vuole fare.......
Voci di corridoio dicono che il Sindaco, dopo aver chiuso il nuovo trenino messo dal sindaco precedente in servizio in porto vecchio, ha pure stoppato poco tempo fa la fine dei lavori sulla 401, se la voce è vera............ :(
Paolo
E 44 Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 04/01/2012, 17:48

Messaggioda fas » 21/08/2016, 17:50

Quindi al momento la tranvia è ferma?
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28
Località: Abruzzo

Messaggioda E 44 » 21/08/2016, 23:47

E' ferma perchè sono al lavoro la Commissione d'inchiesta e la magistratura, e poi si vedrà cosa succederà. L'assessore competente ha detto che il Comune vuole farla ripartire, e questo è un buon segno, ma bisognerà vedere se e quando. Comunque se si vuole fare servizio normale, tre vetture più la riserva, bisognerà riparare le due sinistrate, quindi molti mesi se va bene. Forse anche un anno.
Paolo
E 44 Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 04/01/2012, 17:48

Messaggioda E 44 » 23/08/2016, 19:24

Sono riuscito a sapere di più delle cause dell'incidente. L'addetto al traffico bus di tutta la città che gestisce il contatto radio con i bus ha pure il contatto radio con il tram. Quindi ha un superlavoro e se le sue comunicazioni con il tram rispetto la presenza di una quarta vettura con anche la conferma di essere state ricevute cadono in un momento di intenso lavoro è un bel problema. Comunque la vettura in salita non ha sentito la comunicazione, quindi il tranviere in salita ignorava la presenza del quarto tram.
Il regolamento circolazione impone che il tram in più si fermi ai raddoppi in attesa dei tram in servizio, e così non è stato. Resta da chiarire perchè è avanzato, se ha ricevuto il permesso o è stata una inziativa personale.
Dopo l'incidente del 2000, quando il tram in salita si scontrò con quello in discesa perchè il tranviere ebbe un momento di amnesia e si dimenticò l'incrocio, e lo ammise subito, siccome in quel punto vi è una lunga curva cieca si montò un impianto di sicurezza. La fermata di Conconello ebbe due segnalini di partenza da ambo le parti, sono a via impedita - barra bianca orizzontale - , come arriva un tram si liberano e danno via libera - barra bianca verticale. Nel caso dell'incidente tutto si è svolto regolarmente, il tram in discesa ha azionato il dispositivo e quello in salita ha avuto via libera.
Però data la presenza a volte del quarto tram e la brutta curva cieca, si pensò di montare un ulteriore dispositivo, tre fanali rossi ambivalenti distanziati di poco, che si accendono se la quarta vettura occupa la linea. Tutto questo però è stato montato male. In senso ascendente l'accensione dei tre fanali viene comandata dal dispositivo che si trova sul carrello di coda del tram, sull'ultimo asse, perciò quando il tram in ascesa accende i rossi è già in curva ed ha percorso almeno un venti metri, invece il tram in discesa accende i rossi col primo asse, ma il dispositivo è esattamente all'inizio della curva, troppo vicino, poco spazio, restano un ottanta metri e se entrambi i tram sono lì a 25 all'ora e entrambi hanno già saltato il primo semaforo spento restano a malapena cinque secondi prima dell'urto con visibilità causa la curva di circa venti metri.
Come si vede l'incidente è stato una sommatoria di concause.
Paolo
E 44 Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 04/01/2012, 17:48

Messaggioda E 44 » 24/09/2016, 15:53

Una cosa che fa grande, grandissima rabbia.
Come ho detto più sopra la responsabilità dell'incidente o è dell'addetto alla sala radio che ha consentito al quarto tram di avanzare a seguito dell'altro senza attendere al raddoppio di Banne e senza aver ricevuto la minima conferma dal guidatore del tram ascendente, o è del tecnico che guidava il quarto tram che di testa sua è avanzato oltre il raddoppio ignorando il regolamento che impone di attendere il tram in regolare servizio. Soltanto questo è da chiarire, ma la Commissione di inchiesta pare impiegare tempi biblici. Intanto le varie TV e i vari giornali hanno immortalato continuamente il famoso e inutile semaforo rosso (leggere sopra per chiarimenti), inutile ma che fa colpo.
Morale della favola: il giudice ha incriminato il tranviere del tram in ascesa per disastro e mancato rispetto dei regolamenti. Attualmente è l'unico indagato. Cioè proprio colui che non sapeva nulla del quarto tram, la vera vittima dell'incidente.
Paolo
E 44 Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 736
Iscritto il: 04/01/2012, 17:48

Messaggioda freelancer » 27/01/2017, 20:08

Ieri e oggi si è annunciato che uno dei tram incidentati (quelllo che scendeva, si vede che il muso "offeso" è quello lato Trieste) è già giù al cantiere, non dicono esattamente dove sia ma deve essere lo stesso posto dove hanno già riparato la 401. Hanno anche riportato che non solo serviranno tre mesi ma che il costo è di circa novantamila euri circa per ciascuno dei due. Due miei conoscenti che stanno in zona hanno riferito di aver anche osservato strani movimenti della funicolare, pare "a carico", più di una volta.
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1246
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Precedente

Torna a Tram

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite