Azionamento cambi meccanici

Spazio dedicato a tutti i mezzi ferroviari ad alimentazione diesel (locomotive, Aln, Atr)

Messaggioda freelancer » 05/05/2015, 18:38

Mi sono sempre chiesto come sia costruito ma soprattutto azionato un cambio meccanico per uso ferroviario (tipo ALn 668 Fiat).
Ho avuto a suo tempo la documentazione dei quello Wilson, che pur manuale somiglia a quelli automatici per auto.
Ma quelli normali come sono controllati? Quella strana manetta che scorre nel selettore cosa aziona?
Il "coso lì" (Minuetto per TI, altri nomi vari per altri) Diesel ha invece un cambio idraulico, se ricordo giusto? Ci ho viaggiato su una volta (quando la pedemontana funzionava, i MD venivano a far rifornimento a Trieste come un Sacile-Trieste e tornavano come corsa inversa piuttosto che farli andare a vuoto) e mi pareva in certi momenti che quasi si rompesse tanto era rumoroso, così non riuscivo a capire come funzionasse.
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1219
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 06/05/2015, 11:58

Se hai pazienza posto lo schema è la spiegazione del cambio montato sulle 668.1600, 1700 e 1800
Per quello dei minuetto, credo che sia una trasmissione con giunto idraulico. Dovrebbe essere simile a quello delle 772.
Qui di seguito si può vedere le fasi di smontaggio di una tale trasmissione che ho seguito in diretta, sfottò a parte, durante la mia ultima visita a Pistoia.
https://www.facebook.com/paolo.dallai.9 ... 2045633365
In sostanza, da quello che ho capito chiedendo spiegazioni, all'avviamento la girante primaria del giunto inizia a trascinare la secondaria sempre con maggiore velocità in funzione del numero di giri del motore, trasferendo il moto al cambio a 5 rapporti. La frizione interviene a collegare il giunto al motore all'atto della partenza.
Avviene , grosso modo, quello che succede per la trasmissione degli scooter.
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 06/05/2015, 16:34

Poichè prima mi tolgo il pensiero e meglio è, ecco gli schemi e le descrizioni degli organi della trasmissione montati sulle ALn668.
Nota: a pagina 11 viene richiamata la tavola 4 che ho omesso perchè si tratta dello schema elettrico di attuazione della frizione e cambio.
giunto e frizione.gif

tavola 21.gif

tavola 22 cambio.gif

pag.7.gif

pag.8.gif

pag.9.gif

pag.10.gif

pag.11.gif

pag.12.gif

pag.13.gif

pag.14.gif
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda freelancer » 07/05/2015, 20:04

Benissimo. ;)
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1219
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 08/05/2015, 10:46

Il cambio delle 663 è praticamente identico a questo delle 668 salvo i diversi rapporti di trasmissione, solo che ha la frizione a due dischi.
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda ssb » 08/05/2015, 16:47

Giancarlo sei una miniera di documenti storici.
ssb Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 09/12/2014, 18:49
Località: Svizzera

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 08/05/2015, 18:14

Grazie, avendo la possibilità, cerco di incrementare la mia bilioteca e le mie conoscenze in materia. :geek:
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda freelancer » 09/05/2015, 22:04

Giancarlo Giacobbo ha scritto:Il cambio delle 663 è praticamente identico a questo delle 668 salvo i diversi rapporti di trasmissione, solo che ha la frizione a due dischi.

Una frizione a secco come quella impiegata (oggi a dire il vero non so) in Formula 1?
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1219
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda fas » 14/05/2015, 11:49

Grazie Giancarlo, preciso e puntuale come al solito.
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1897
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28
Località: Abruzzo

Messaggioda freelancer » 20/06/2017, 21:21

Visto che riguarda una ALn 668.1900...
http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews ... 4c89d.html
Cosa potrebbe essere successo davvero? Può essersi messa in movimento solo per le vibrazioni dei motori se i freni erano allentati? O ci sono altri punti deboli che possono mettere in trazione il mezzo?
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1219
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 23/06/2017, 11:02

Non ho ben capito se a muoversi sia stata la 668 o l'automotrice FSE. Comunque, se fosse stata la 668, quando si trova ferma in stazione e pronta per ripartire, la leva del cambio si trova in posizione estratta dalle asole del banco di manovra e viene mantenuta frenata dal sistema pneumatico. L'invertitore di marcia non viene di certo messo in posizione di "ruota libera" pertanto meccanicamente le ruote sono collegate al cambio che si trova in posizione di "folle". Di cause se ne sono dette tante, dal guasto ai freni al freno a mano non funzionante ma solo l'inchiesta tecnica potrà dire effettivamente come siano andate le cose.
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda Macaco » 23/06/2017, 14:54

Ma che dici Giancarlo. Su altre pagine "esperti" di guida hanno già trovate le cause (anche antropologiche-culturali) nonchè le concause (geografiche) ed infine anche i "responsabili". Suvvia!!! Aggiornati !!!
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 23/06/2017, 16:32

:oops: :oops: :oops:
Scusami Gaetano ma questa mattina mi sono svegliato con il colpo della strega, non seguendo il gossip ferroviario e facendo fatica a stare dritto forse mi sono perso qualcosa. Sul "libro in faccia" non trovò più i tuoi dotti interventi in merito. :mrgreen:
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda Macaco » 23/06/2017, 17:04

...lasciale stare le "streghe"...Erano alcuni post sulla pagina di FB DISASTRI FERROVIARI DEL PASSATO. Rimettiti presto.Ciao.
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia


Torna a Mezzi diesel

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron