Deragliamento Lucerna etr 610.

Spazio dedicato ad apparati, segnalamento e regolamenti delle reti ferroviarie estere

Messaggioda Macaco » 23/03/2017, 13:57

Mi è stato chiesto un parere sul deragliamento di Lucerna e lo faccio con alcune premesse.

- lo faccio sopratutto perché non ci sono morti;
- lo faccio sapendo di non avere dati certi sulla dinamica degli eventi e di conseguenza i miei ragionamenti si basano solo su esperienze nel settore;
- lo faccio prescindendo dalle realtà ferroviarie elvetiche che potrebbero essere ben diverse da quelle esistenti in ambito delle nostre ferrovie;
- lo faccio con tutti limiti derivanti dall'essere ormai lontano dai binari da diversi anni e con la conseguente mancanza di espresse conoscenze di innovazioni tecnologiche nella gestione della circolazione.

Un deragliamento (o svio) avviene, generalmente, per una delle seguenti cause:
- a) - cedimento strutturale del rodiggio del materiale rotabile;
- b) - cedimento strutturale della via (rottura rotaie, frane, disallineamento dello scartamento, ecc.);
- c) - urti o scontri con altri rotabili;
- d) - ostacoli sui binari.

Al punto -b)- se il deragliamento avviene sugli scambi abbiamo tutta una vasta branca di cause e concause:
- b.1) - cedimento strutturale della parte mobile (aghi degli scambi, tiranti manovra, fermascambiatura meccanica o/e elettrica della cassa di manovra);
- b.2) - cedimento strutturale della parte fissa (contrago, controrotaia, cuscinetti di scorrimento, cuore dello scambio);
- b.3 - movimento aghi sotto passaggio treno;

Il punto - b.3 - apre ancora altre vie di indagini ed ipotesi, compreso l'errore umano.
Ma anche qui il campo di indagine si diversifica ancora:

- b.3.1 - l'apparato di sicurezza, con tutti i vincoli (meccanici, elettro-meccanici, elettronici) era pienamente funzionante ?
- b.3.2 - c'era forse qualche anormalità ai circuiti di binario che immobilizzavano gli scambi impedendone la manovra quando vi era il treno sopra ?
- b.3.3 - il treno è partito con i segnali a via impedita per qualche guasto in atto ?
- b.3.4 - se Sì, quali erano gli enti interessati al guasto (gli scambi o cdb) ?
- b.3.5 - se e quali tasti di soccorso sono stati azionati per bypassare i vincoli di sicurezza imposti dalla normativa vigente in alternativa a quelli intrinsechi dall'architettura degli apparati di sicurezza guasti ?

Scusate la schematizzazione ma l'ho postata solo per farvi rendere conto che è impossibile formulare alcun giudizio accettabile mancando, appunto, le risultanze delle indagini prospettate.
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1272
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 23/03/2017, 18:41

Come sempre sei stato chiaro e conciso.
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1776
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Contea di Moose, seicento miglia a nord di qualsiasi altro luogo

Messaggioda ssb » 23/03/2017, 20:50

Bentornato! Sarà molto interessante leggere il rapporto del servizio d'inchiesta.
ssb Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 09/12/2014, 18:49
Località: Svizzera

Messaggioda Macaco » 23/03/2017, 21:11

Ciao Rossano. Mantienici aggiornati.
Gaetano.
Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Macaco Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1272
Iscritto il: 25/12/2011, 14:32
Località: Italia


Torna a Apparati, segnali e regolamenti ESTERO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite