Strana macchina da manutenzione

Spazio dedicato agli argomenti riguardanti il materiale rotabile in generale, non riconducibili ad una delle precedenti sezioni

Messaggioda freelancer » 23/06/2012, 20:37

Tempo fa avevo visto su youtube il video di una stana macchina per manutenzione binario, compattissima e con la ancor più strana caratteristica di essere trasferibile su strada come un normale semirimorchio. Probabilmente deve essere stata concepita o a scartamento variabile o per la manutenzione anche di linee tranviarie, dove la possibilità di trasferirla agevolmente su strada troverebbe il suo perchè.
Qualcuno ne sa qualcosa d'altro?
Purtroppo il video non lo ritrovo più (ammesso sia ancora online).
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giovanni Pighini » 24/06/2012, 13:20

Mi pare sia una rincalzatrice, il fatto che possa essere trasferibile su strada mi rammarica su quanto sia sceso in basso il sistema ferroviario
Giovanni
Giovanni Pighini Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 26/12/2011, 10:33
Località: Roma, Italia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 24/06/2012, 13:45

Giovanni, tu dici? Pensi che sia piu' facile, veloce ed economico spostare un mezzo tramite rotaia, o movimentarlo su strada?
Sai quanti mezzi da cantiere ho visto viaggiare su pianali di camion? Chi lo fa, pensi che sia stupido?
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Roma

Messaggioda Giovanni Pighini » 24/06/2012, 13:59

Infatti: ma per me è triste che oramai non valga più la pena mandare per ferrovia neanche i mezzi ferroviari...
Giovanni
Giovanni Pighini Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 26/12/2011, 10:33
Località: Roma, Italia

Messaggioda freelancer » 24/06/2012, 16:28

Non è solo una questione di facilità: se devi usarla su una linea tranviaria, come ce la porti? Infatti il mezzo è piuttosto piccolo (la sagoma stradale è più piccola di quella ferroviaria, poi il mezzo va alzato per spostarlo) e può essere usato anche su tranvie in sede propria. Se poi è adattabile a diversi scartamenti, anche qui devi poterlo fare prima di mettercela sul binario.
Quindi se l'hanno ideata così avranno avuto non solo motivazioni economiche ma anche tecniche.
Il video qualcuno sa se c'è ancora nei meandri del Web?
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giovanni Pighini » 24/06/2012, 17:49

In Ungheria sicuramente è stata usata l'anno scorso (o 2 anni fa) per rincalzare un tratto molto breve della Budapest-Hegyeshalom (la linea per Vienna), mi ricordo delle foto del mezzo in uno stazione, già agganciato ad un camion.
Riguardo all'uso tramviario (di rincalzatrici "tradizionali" però) ho sempre una curiosità ungherese.
A Budapest molte linee hanno la sede con armamento "ferroviario": rotaie vignoles e traversine in cap, che ovviamente vengono rincalzate ogni tanto (oltretutto nei paesi del blocco comunista si è sempre mantenuto lo scartamento ferroviario ed un profilo compatibile) . Poco tempo fa, vicino alla stazione Sud la linea è stata rincalzata, ma nonostante alla stazione ci sia il raccordo di collegamento tra tram e treno, la rincalzatrice è stata comunque carrellata per via della curva troppo stretta presente tra la stazione ferroviaria ed il tratto da risanare.
Qui (tra le tante) ci sono 2 foto della rincalzatura di binari tramviari a Budapest:
http://villamosok.hu/balazs/valt/index2.html
a fine 2007 e metà 2009 con un mezzo delle ferrovie ungheresi
http://villamosok.hu/balazs/valt/index10_19_sz.html
qui invece è stata utilizzata una rincalzatrice della metropolitana
Giovanni
Giovanni Pighini Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 26/12/2011, 10:33
Località: Roma, Italia

Messaggioda Giancarlo Giacobbo » 24/06/2012, 18:02

Giovanni Pighini ha scritto:Infatti: ma per me è triste che oramai non valga più la pena mandare per ferrovia neanche i mezzi ferroviari...

Non ne vale più la pena da quando si sono fatti due conti sui costi e sui tempi.
Per ferrovia si deve chiedere una traccia oraria che ha un costo, si deve chiedere l'effettuazione di un treno speciale per il trasferimento dei mezzi, che ha un costo, non si ha in tempi brevi la data per l'effettuazione del treno e non si sa di preciso quanto ci metta in termini di tempo.
Per starda si affitta un pianale e si spedisce nel più breve tempo il mezzo con la sicurezza dei tempi di trasferimento. Ad un costo è sicuramente più basso.
Giancarlo
Giancarlo Giacobbo Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1931
Iscritto il: 23/12/2011, 17:06
Località: Roma

Messaggioda freelancer » 24/06/2012, 18:36

Forse l'ho trovato.
Se si guarda attentamente nel momento dell'aggancio col trattore stradale (minuto 1:37), si nota di scorcio un rimorchio che ha un aspetto tranviario.
Quindi il significato di un mezzo simile è proprio quello che avevo ipotizzato: usarlo anche su tratte non raggiungibili con altre ferrovie, come può essere una tranvia.
Non è grande: rialzata per viaggiare su strada è alta quanto la trattrice, quindi ha una sagoma adatta anche alle tranvie.
Non conosco le norme di circolazione stradale sul posto delle riprese, ma non aveva nemmeno l'aria di viaggiare come trasporto eccezionale.
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia

Messaggioda Giovanni Pighini » 25/06/2012, 8:26

Esatto, mi pare che rientri nelle sagome e pesi di un normale semirimorchio stradale.
Giovanni
Giovanni Pighini Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 675
Iscritto il: 26/12/2011, 10:33
Località: Roma, Italia

Messaggioda ioannesg » 25/06/2012, 11:33

Ma guarda che di sono inventati... (però sul rumore hanno barato, hanno abbassato il volume... non è vero che è così silenziosa :( )
Giovanni
ioannesg Non connesso

Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 1495
Iscritto il: 23/12/2011, 18:10
Località: Roma

Messaggioda fas » 25/06/2012, 18:12

Non immaginavo che una rincalzatrice fosse così facilmente trasportabile.ù
Vedo però che hanno fatto anche di "meglio": http://www.youtube.com/watch?v=oaHMSfO7 ... re=related
fas Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 2033
Iscritto il: 23/12/2011, 16:28

Messaggioda freelancer » 25/06/2012, 18:33

Addirittura "anfibio"! :shock:
Quello però dovrebbe essere una molatrice.
Ma in che lingua era?
Paolo
freelancer Non connesso

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 28/12/2011, 19:53
Località: Friuli-Venezia Giulia


Torna a Rotabili in generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite